giovedì 6 gennaio 2011

Autismo-vaccino trivalente: legame costruito ad arte

Grossa storia pubblicata in uno speciale del BMJ: How the case against the MMR vaccine was fixed. Si è parlato molto in questi anni dei possibili legami tra vaccino e autismo, una di quelle credenza che, forse proprio perché non sono nient'altro che cialtroneria, attecchiscono facilmente. Persino uno scienzaiato come Luc Montagnier (Nobel per la medicina nel 2008) - vuoi per il carattere che ne fa una persona non facile, vuoi perché rimasto isolato negli ambienti scientifici - ci è caduto. Del resto esiste una vera e propria lobby che diffonde l'idea (falsa) che l'autismo sia una malattia di origine infiammatoria che può essere scatenata dal vaccino trivalente sulla base delle ricerche del medico inglese Andrew Wakefield


Il  British General Medical Council lo scorso anno ha dichiarato Andrew Wakefield disonesto e irresponsabile nel condurre i suoi studi sull'autismo in Inghilterra. Nel febbraio 2010, Lancet ha ritirato l'articolo del 1998 l'articolo originale di Wakefield sul presunto legame autismo-vaccinazione con la seguete motivazione 

the claims in the original paper that children were 'consecutively referred' and that investigations were 'approved' by the local ethics committee have been proven to be false. 
E' importante dire anche che ricerche successive non hanno mai dimostrato la relazione tra vaccino trivalente ed autismo. 


Finalmente però oggi su BMJ, in una serie di articoli, si racconta la storia, la vera storia, di come in un laboratorio della London Medical School, Andrew Wakefield ha fraudolentemente manomesso i dati e costruito ad arte l'associazione tra autismo e vaccino trivalente. BMJ assume una posizione molto più dura di Lancet nei confronti di Wakefield affermando nell'editoriale di Fiona Godlee, BMJ editor in chief, Jane Smith, deputy editor, e Harvey Marcovitch

Clear evidence of falsification of data should now close the door on this damaging vaccine scare." The authors claim that it is not credible to assume error or execrable, but honest, research rather than duplicity: 
"Who perpetrated this fraud? There is no doubt that it was Wakefield. Is it possible that he was wrong, but not dishonest: that he was so incompetent that he was unable to fairly describe the project, or to report even one of the 12 children’s cases accurately? No."
I danni fatti da Wakefield sono notevoli, basta pensare a come due anni fa (durante l'ondata di influenza A/H1N1) su internet circolavano fantasiose notizie sulla pericolosità dei vaccini e quanti pochi abbiano scelto di fare una profilassi vaccinale. Ma il movimento anti-vaccinazione è molto aggressivo soprattutto nel mondo anglosassone; il CDC ha stimato che circa il 40% dei genitori americani non si fida dei vaccini. Non a caso, Age of Autism contrattacca duramente BMJ.  


Manomettere i dati, legare il proprio nome ad una truffa scientifica, paga? evidentemente sì se in questi giorni Andrew Wakefield è al Tryall Club di Giamaica come invited speakers alla Vaccine Safety Conference: Evaluating the Science, naturalmente piena di "attivisti" del movimento anti-vaccinazione.

4 commenti:

Ardna ha detto...

Nonostante sia stata svelata la truffa di Wakefield, in Italia c'è ancora chi ne difende le tesi e inventa protocolli omotossicologici (http://it.wikipedia.org/wiki/Omotossicologia) per la cura dell'autismo.
http://www.macroedizioni.it/autori/massimo-montinari.php
E guarda caso è la stessa persona che a suo tempo aveva garantito la perizia sul famigerato metodo Di Bella.

... e sul web chi è uno dei più ferventi sostenitori del metodo MOntinari? Ma naturalmente sempre il pirotecnico Vanoli http://web.tiscalinet.it/comore/skeptic/vanoli_faq.html

RAR

bourbaki ha detto...

grazie Ardna per l'intervento!

Anonimo ha detto...

Nonostante vi siano alcune persone che credono nella scienza pilotata dalle lobby del farmaco e delle patologie indotte per vendere farmaci, c'è una parte del mondo che lotta per liberarsi dai danni di una pseudo medicina che entra dalla finestra per dare o preservare salute e invece mette la morte e le gravi malattie che hanno bisogno di trattamenti infiniti per avere una vita dignitosa, io e molti altri apprezziamo il lavoro di chi denuncia e combatte la politica della morte e invito ad una riflessione prima di giudicare, una cosa è certa ho visto centinaia di persone migliorare sensibilmente e uscire dal tunne dell'autismo e da numerose gravissime malattie, grazie al lavoro instancabile ed umile di uno scienziato come il Dott. Montinari, grazie a lui numerosi passi avanti si sono fatti nel capire il meccanismo di azione dei virus letali delle vaccinazioni e dei vari conservanti quali mercurio alluminio, squalene e flrmaldeide.
Provate a chiedere a qualsiasi scienziato se questi metalli sono inquinanti per i tessuti umani.
In ultima analisi Gli studiosi non hanno mai fatto terrorismo sui vaccini hanno sempre sostenuto che prima di vaccinare bisognerebbe accertarsi che il tipo di vaccino possa essere tollerato dal paziente e che alcune persone per conformazione genetica (HLA) sono soggette a slatentizzare virus capaci di provocare danni che in tempi piu o meno lunghi possono provocare danni anche mortali, come da letteratura scientifica elevato è il numero di bambini morti dopo le vaccinazioni liquidati con la storiella della sindrome della morte in culla.
Viva la vita

Tonicus ha detto...

Che la tipizzazione hla sia utile, nel caso in questione, occorre dimostrarlo, non affermarlo. Affermarlo fa fiigo, dimostrarlo e' da persone serie .